Fondi europei regione Veneto: approvato il Piano POR 2014-2020

0
2085

Disponibili 600 milioni di euro per innovazione ricerca e sviluppo delle imprese e del territorio. Lo sviluppo economico in primo piano.

Il 17 Agosto la CE ha approvato il Piano presentato dalla Regione Veneto, con 200 milioni di euro in più rispetto al precedente Piano Operativo Regionale.

Il POR è stato predisposto su 6 Assi prioritari (a cui si aggiunge l’Asse di Assistenza tecnica):

  • Asse 1 – Ricerca, Sviluppo tecnologico e Innovazione con 114 milioni di Euro, che si pone questi obiettivi:

    • potenziare il sistema di innovazione regionale promuovendo il rapporto tra ricerca e imprese;
    • promuovere l’attività di ricerca e innovazione nelle imprese;
    • incentivare i meccanismi di trasferimento tecnologico
    • aumentare la percentuale di imprese innovative presenti nell’economia regionale;
    • favorire le reti e altre aggregazioni di imprese per sviluppare, diversificare e modernizzare le filiere;
    • sostenere i servizi innovativi per le imprese e per la cittadinanza.
  • Asse 2 – Agenda Digitale con 68 milioni di Euro e i seguenti obiettivi;

    • Miglioramento della qualità della vita delle persone e delle famiglie;
    • Sostegno alla competitività delle imprese del territorio;
    • Aumento di efficienza ed efficacia delle pubbliche amministrazioni.
  • Asse 3 – Competitività dei Sistemi produttivi, per 160 milioni di Euro e questi obiettivi:

    • aumentare gli investimenti per la competitività;
    • promuovere l’impresa turistica, giovanile, e femminile;
    • sostenere nuove attività economiche e lo sviluppo di infrastrutture per le imprese;
    • sostenere le reti e altre aggregazioni d’impresa;
  • Asse 4 – Sostenibilità energetica e Qualità ambientale, per un valore di 92 milioni di euro e questi obiettivi:

    • aumentare l’efficienza energetica e l’uso delle rinnovabili nelle imprese;
    • aumentare l’efficienza energetica e l’uso delle rinnovabili nei pubblici uffici e negli immobili di proprietà pubblica residenziali e non residenziali;
    • aumentare l’efficienza energetica e l’uso delle rinnovabili negli edifici privati;
    • migliorare l’utilizzo delle risorse idriche.
  • Asse 5 – Rischio sismico ed idraulico con un capitale di 46 milioni di Euro e questi obiettivi:

    • riduzione del rischio idrogeologico;
    • riduzione del rischio sismico;
    • miglioramento del sistema di gestione delle catastrofi naturali.
  • Asse 6 – Sviluppo Urbano Sostenibile del valore di 86 milioni di Euro e i seguenti obiettivi:

    • Rafforzare le applicazioni delle TIC per l’e-government, l’e-learning, l’e-inclusione, l’e-culture e l’e-health;
    • aumentare la mobilità sostenbile nelle aree urbane;
    • elaborare strategie di mobilità a bassa emissione di carbonio su tutto i territorio
    • sostegno alle aree rurali svantaggiate
    • sostegno alle persone svantaggiate

Come tutti i programmi regionali anche questo prevede una quota in compartecipazione del 50% pari a 300 Milioni di Euro circa.

Non ci resta che aspettare i primi bandi Fondi europei regione Veneto POR FESR, sui quali cercheremo di tenervi informati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.