Fondi europei giovani imprese: 3 consigli utili se vuoi partecipare a SME Instrument

0
1458

Tre consigli per affrontare al meglio il processo di selezione per SME Instrument, il programma di finanziamento europeo per le micro e piccole imprese innovative*.

Il programma SME Instrument, nelle intenzioni della CE ha grande importanza strategica, in quanto vuole essere la risposta europea alla necessità sempre crescente di capitali e know how per giovani imprese e start up di piccolissima e piccola dimensione che hanno l’obiettivo di innovare e non trovano soluzioni nella finanza classica.

Di questo programma abbiamo parlato già diffusamente in quest’articolo del nostro blog, ma altro c’è da dire.

Fino ad oggi, di tutte le domande presentate, soltanto il 12% sono andate a buon fine e hanno superato la soglia di qualità stabilita.

Pertanto se avete intenzione di partecipare al bando qualche suggerimento potrebbe aiutarvi ad aumentare le possibilità di riuscita.

1. Ottimizzate il Business Plan come se doveste presentarlo a un investitore.

I gruppi di valutazione sono composti da esperti esterni in investimenti e venture capital. Di conseguenza, il processo di valutazione, è molto simile a una decisione d’investimento. Con la differenza che il denaro che attraverso lo strumento viene investito nelle imprese, ritorna alla Commissione in termini di aumento dei posti di lavoro, crescita, fatturato e entrate fiscali.

Le proposte dovrebbero essere strutturate come un business plan pronto per l’investitore.

Il vantaggio è che, anche in caso di insuccesso, potrete sempre utilizzare la domanda di finanziamento di 10 pagine per la ricerca fondi presso le banche oppure i venture capitalist.

2.  Riproponete la domanda se è stata bocciata.

Molti progetti respinti vengono da spin-off universitari o da start up con poca esperienza di business. Tuttavia, un rifiuto può aiutare a rivedere i vostri progetti e successivamente riproporre la richiesta. Pare che riproporre la domanda dopo un rifiuto raddoppia le possibilità di successo.

3. Abbiate riguardo delle valutazioni e del feedback degli esaminatori

A differenza di quanto accadeva nei precedenti programmi quadro, Horizon ha migliorato di molto il processo di feedback e valutazione che è molto più completo e dettagliato sia per chi supera la soglia di qualità, sia per chi non la supera.

Ogni proposta è valutata attraverso 21 parametri. Ogni parametro è misurato attraverso una scala di giudizi che va da discreto a eccellente.

In questo modo, i candidati sanno precisamente cosa non va nella loro proposta, e possono cercare una consulenza professionale privata ad hoc per risolvere il problema.

Nel valutare l’impatto del nuovo business, i criteri più importanti sono la capacità delle PMI di portare un prodotto sul mercato e di presentare una strategia di sviluppo sufficientemente ambizioso.

È interessante notare che il processo di valutazione è relativo alla qualità generale di tutti i progetti. Ciò significa che una proposta di valore medio può avvicinarsi alla soglia di qualità, o addirittura passare, se il resto delle proposte sono mediocri.

Seguendo questa logica, le proposte più deboli possono essere finanziate se la concorrenza non è abbastanza qualificata. Su quest’ultima cosa, però non ci contate molto perché fino ad oggi le proposte che sono passate erano tutte di elevato profilo.

*Liberamente tradotto da “The SME instrument: tips & tricks for greater success” Science Business intervista Bernd Reichert, head of unit at the Executive Agency for SMEs di  Florin Zubascu.

Se il nostro articolo su fondi europei giovani imprese vi è piaciuto, ricordatevi di condividerlo con amici e colleghi, contribuirete alla diffusione di notizie che ritenete utili e aiuterete noi a continuare. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here