Contributi europei a fondo perduto PMI: app per e-government

0
1820

Scade il 25 novembre 2015 il bando europeo SME Instrument a favore di PMI e startup impegnate nello sviluppo di app innovative per e-government.

Lo scopo di questo invito è quello di fornire un sostegno a favore delle piccole e medie imprese (PMI), comprese le start-up, per la progettazione e realizzazione di applicazioni innovative che possano favorire la fornitura di servizi pubblici attraverso la telefonia mobile.

Con questo bando l’Unione Europea, vuole aumentare la velocità con la quale la pubblica amministrazione innova i propri servizi.

Pertanto agevola le PMI e le startup, per propria natura più elastiche e reattive, verso l’elaborazione di nuovi metodi di gestione e-government più efficienti e orientati al cittadino

L’obiettivo dichiarato è quello di aumentare il livello di interazione dei cittadini e delle imprese con le amministrazioni pubbliche.

Le tecnologie mobili di e-government potranno  essere sperimentate in un contesto locale con il coinvolgimento delle pubbliche amministrazioni e degli utenti finali ma le soluzioni adottate dovranno garantire la replicabilità in larga scala, tenendo conto anche del multilinguismo e, se necessario, la dimensione transfrontaliera.

Sono quindi da considerarsi come requisito essenziale la soluzione dei problemi di scalabilità del servizio e la sua sostenibilità nel tempo.

Come tutti i contributi europei a fondo perduto SME Instrument, anche per questo bando sono previsti i 3 step che vi abbiamo già descritto qui.

Altri consigli a chi volesse partecipare al bando sono presenti in quest’altro articolo.

Tutta la documentazione ufficiale per partecipare al bando è reperibile sulla pagina dedicata del portale.

Se il nostro articolo ti è piaciuto, ricordati di condividerlo con amici e colleghi, contribuirai alla diffusione di notizie che ritieni utili e aiuterai noi a continuare. Grazie

LASCIA UN COMMENTO